La filosofia del pigiama

Quando ero piccola e rientravo a casa a fine giornata dopo scuola, sport e chissà cos’altro, la frase della mia mamma, appena varcata la soglia di casa, era: “Ci mettiamo in libertà?”

Che voleva dire: togliamoci i vestiti che abbiamo indossato tutta la giornata e mettiamoci la tuta, mettiamoci qualcosa che ci faccia sentire comodi e, appunto, liberi.

Sentire quella frase mi faceva sempre venire un sorriso sulla faccia e mi faceva sentire più leggera.

Con il passare degli anni ho sempre seguito questa corrente di pensiero e una volta “grande” l’ho portata al livello successivo trasformando la tuta in pigiama. Perché se la tuta ti fa sentire comodo, il pigiama ti fa proprio sentire…TE. È un po’ come togliere tutti gli strati accumulati durante la giornata, tutte le facce che a volte dobbiamo indossare, tutti i ruoli e le regole da seguire.

Il pigiama è quella seconda pelle colorata che quando lo indossi ti fa tirare un sospiro di sollievo, che quando di sfuggita ti vedi nello specchio ti fa comparire un sorrisetto compiaciuto.

Forse è proprio per tutte queste sensazioni messe insieme che, dopo poco che mi sono trasferita a Milano, ho iniziato a… cucinare in pigiama. Perché è proprio quella sensazione di “mestessitudine” e libertà che mi porta a cucinare serenamente e a preparare cose buonissime.

E unire due delle cose che amo di più al mondo (cucinare e i pigiami) ha creato un’energia così pulita e positiva che non potevo non condividere con gli altri questa combinazione incredibile.

Sono nate così nel lontano 2017 “Ricette in Pigiama”, dei video che condivido su Instagram, dove cucino e spiego ricette rigorosamente in pigiama secondo il motto “non è la ricetta che fa Ricette in Pigiama, ma è il pigiama che fa Ricette in Pigiama”.

Parafrasando: a Ricette in pigiama si può cucinare qualsiasi cosa e qualsiasi piatto, dai pancakes all’abbacchio, purché in pigiama, le ricette non sono necessariamente legate alla colazione o agli spuntini notturni, perché il pigiama si può portare in qualsiasi momento della giornata. (Secondo me.)

Sono anche fortemente convinta che la stessa ricetta, se eseguita in pigiama, venga meglio.*

*(Ho poi portato tutto questo ad un livello ancora superiore (tranquilli non inizierò a cucinare nuda!), ma avremo modo di parlarne.)

Sono nate così nel lontano 2017 “Ricette in Pigiama”, dei video che condivido su Instagram, dove cucino e spiego ricette rigorosamente in pigiama secondo il motto “non è la ricetta che fa Ricette in Pigiama, ma è il pigiama che fa Ricette in Pigiama”.

Parafrasando: a Ricette in pigiama si può cucinare qualsiasi cosa e qualsiasi piatto, dai pancakes all’abbacchio, purché in pigiama, le ricette non sono necessariamente legate alla colazione o agli spuntini notturni, perché il pigiama si può portare in qualsiasi momento della giornata. (Secondo me.)

Sono anche fortemente convinta che la stessa ricetta, se eseguita in pigiama, venga meglio.*

*(Ho poi in mente di portare tutto questo ad un livello ancora superiore (tranquilli non inizierò a cucinare nuda!), ma avremo tempo per parlarne.)